Chi sono

Vi racconto un po’ di me ...

... diplomata all’Istituto Magistrale, ho sempre assecondato la mia propensione alla creatività e sin da ragazzina ho cercato di convogliarla in varie direzioni.

Una di queste è stata l’insegnamento.
In ben 28 anni di impiego, ho insegnato tutto ciò che conoscevo nel campo informatico e credetemi, ai tempi in cui il multitasking e Windows non esistevano, occorreva davvero avere buona immaginazione e inventiva per risolvere certe situazioni…ma questa è un’altra storia!


Magliaia prima (quante ore passate davanti alla TV a sferruzzare) e decoratrice di oggettistica poi, grazie alla mia curiosità sono approdata solo in età matura a quelle che oggi sono le “mie tecniche”, quelle nelle quali mi riconosco appieno: la pittura con le sabbie colorate e l’arte musiva, di cui vi parlerò altrove.

Nel 2011 ho realizzato la mia prima mostra personale per comprendere se il mio stile poteva essere apprezzato al di fuori della cerchia degli amici; con mia grande soddisfazione ho riscontrato un grande consenso nell’area del chierese, molte opere sono andate vendute e molte altre mi sono state commissionate.

Nel 2016 ho partecipato, per la prima volta, alla mostra collettiva Paratissima XII, a Torino Esposizioni, raggiungendo la IV posizione fra gli artisti più votati sulla piattaforma Yamgu, sponsor della manifestazione.

Nel 2017 ci ho riprovato con l'edizione Paratissima 13, e da qui sono scaturite una serie di iniziative ancora in corso...
Quindi vi consiglio di restare connessi e di inserire la pagina di Schegge fra i preferiti per monitorare "lo stato dell'arte". Che ne dite, restate con me?

Creatività è inventare, sperimentare, assumersi dei rischi, rompere le regole, fare errori e divertirsi.

xy

Amo creare, amo tutto ciò che posso realizzare con le mani, dando concretezza ad un’idea che ho nella testa condendo il tutto con una buona dose di fantasia ma anche di cuore.
Ogni mio pezzo contiene tutto questo e sono felice di trasmettere le mie conoscenze per poterle condividere, confrontarmi e crescere.

Ogni nuova tecnica approcciata costituisce una sfida, ma allo stesso tempo uno stimolo.

Non per nulla il mio motto è:

Faccio sempre quello che non so fare per imparare come va fatto (Pablo Picasso).

A tal proposito una delle mie ultime sfide è il disegno a pastello che ho voluto studiare per migliorare la ritrattistica che già da tempo eseguo con le sabbie.

Restate connessi, è l’unico modo per scoprire che nuove direzioni prenderò!